Aiutaci a migliorare questi articoli! Questo articolo è una bozza!

"Tomura Shigaraki" è ancora incompleto o disorganizzato, aiutaci a migliorarlo!

"Anche se questa società eroica crollerà ... anche se mi alzo per governare gli inferi ... quel peso nel mio cuore non se ne andrà mai. È per questo che odio tutto. Ogni cosa vivente e che respira mi sfrega nel modo sbagliato. Quindi perché non distruggerlo tutto? Perché non distruggere tutto?"

Tomura Shigaraki a Daruma Ujiko in "Tomura Shigaraki: Distortion"



Tomura Shigaraki (死柄木弔 Shigaraki Tomura?), il cui vero nome è Tenko Shimura (志村転弧 Shimura Tenko?); era il capo dell'Unione dei Villain dopo la sconfitta e l'arresto del suo maestro All For One. È l'antagonista principale della serie.

Fa la sua prima apparizione durante la Saga dell'USJ, quando irrompe nel Liceo Yuei per tentare di uccidere All Might. Come il resto dell'Unione, Il suo scopo è uccidere All Might, distruggendo così il "Simbolo della Pace" e con esso l'intera società, in modo da crearne una nuova, con delle nuove leggi che rispecchino i suoi ideali di giustizia. 

Più tardi, Tomura cambia il suo obiettivo: distruggere la società tutta insieme piuttosto che rimodellarla. Ha quindi unito la sua organizzazione e l'Armata di Liberazione dei Superpoteri appena sconfitta per formare il Fronte di Liberazione del Paranormale, diventandone il Leader Massimo.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La faccia di Tomura.

Tomura è un uomo magro, al di sotto della media in quanto altezza; con una pelle mortalmente pallida, giallo paglierino e rugosa intorno agli occhi. Le sue labbra sono screpolate, con un piccolo neo sul lato destro. Ha cicatrici visibili sull'occhio destro e sotto il labbro. Ha i capelli blu-grigio, disordinati e di varie lunghezze; i ciuffi più lunghi arrivano intorno alle sue spalle, e quelli davanti sono lasciati sul viso con fare morbido e mosso. I suoi occhi sono normalmente nascosti dalla mano del padre, ma quando sono visibili sono generalmente distesi in modo piuttosto maniacale, e le loro iridi rosso brillante sono molto piccole.

È interessante notare che quando Tenko aveva cinque anni, assomigliava in modo sorprendente a Izuku Midoriya, con i suoi capelli blu/grigio chiaro originariamente di colore nero scuro, pur avendo anche le solite chiazze secche di pelle intorno agli occhi; sebbene le sue labbra si dimostrassero sane in apparenza. Dopo che il suo Quirk si è manifestato, il suo aspetto è cambiato dandogli un viso rugoso e cambiando il colore dei suoi capelli.

Quando indossa un completo civile, indossa delle sneakers rosse semplici, dei pantaloni neri che espongono le sue caviglie e una t-shirt abbinata, a maniche lunghe, con una semplice giacca nera, con tanto di cappuccio abbassato sul viso. In questa tenuta porta con sé sempre una delle sue mani senza vita, in tasca.

Il suo costume da Villain sfoggia quattordici mani umane color blu-grigiastro, tutte posizionate in modo da tenerle su diverse parti del suo corpo grazie a Daruma Ujiko, che le ha imbalsamate, dando loro quel colore tipico degli zombi, e ha attaccato alle loro basi una piccola scatola dorata con due fori praticati sul fondo.

Ciascuna coppia di queste mani apparteneva originariamente a un individuo ucciso da Tomura durante la prima manifestazione del suo Quirk: quello al collo è di sua madre; tra le sue braccia, il nonno; nei suoi avambracci, di sua nonna; nei suoi polsi, quello di sua sorella; e quelli nel suo petto e nelle spalle provengono da due punk di strada senza nome.

La mano che tiene e nasconde il volto di Tomura, e che a volte tiene in tasca, è la mano sinistra di suo padre, da lui chiamata appunto, "Padre". Quella destra fu accidentalmente distrutta da lui, quindi Daruma dovette mettere solo quella rimasta per tenerla in cima alla testa di Tomura; questa mano è collegata alla coppia di sua madre attraverso due corde rosse.

Dopo la lotta contro l'Armata di Liberazione, tutte le mani tranne una sono state distrutte o perse e scartate. Per il resto dell'abito, Tomura indossa solo i suoi normali vestiti neri, e la giacca. Indossava scarpe da tennis rosse, ma furono distrutte da lui stesso.

Dopo l'arresto di All For One, i capelli di Tomura sono diventati più lunghi e adotta un cappotto di pelle con cappuccio che indossa sopra il suo costume.

Durante il suo combattimento con Ri-Destro, la mano sinistra di Tomura è stata schiacciata, lasciando solo l'anulare e il mignolo supestiti.

Dopo il Nuovo Avvento, Tomura indossa un nuovo abito, un cappotto simile a Overhaul; un tutore per le gambe, un tutore per la mano sinistra e una mano sul viso.

Carattere[modifica | modifica sorgente]

Il sorriso di Tomura.

Da bambino, Tomura ha mostrato di essere relativamente normale, persino compassionevole. Aveva un grande amore per la sua famiglia e un forte desiderio di diventare un Hero un giorno, così come Izuku. Tuttavia, si è anche dimostrato essere psicologicamente fragile dall'abuso che ha subito a suo padre, terrorizzato dalla mera presenza di esso. Purtroppo, la sua mente alla fine si è spezzata a causa del suo quirk che è sopraggiunto.

Da adulto, Tomura ha una personalità sinistra e una mente contorta: non gli importa della propria vita o di qualcun altro; non ha scrupoli, come voler uccidere gli studenti dello Yuei solo per irritare All Might [1]; o minacciare Izuku Midoriya [2]; asserendo di porre fine alla vita di molti civili, a meno che, quest'ultimo, non collabori con lui. Tomura era inizialmente percepito come un "uomo-bambino" dagli eroi, poiché All Might lo descriveva come un bambino a cui piace vantarsi e agire quando le cose non vanno per il verso giusto. È molto arrogante, egoista, dipendente ed esigente, si arrabbia se le cose non vanno secondo i suoi piani, portando a ricordare molto a dei capricci di un infante. Come un bambino, non sembra essere in grado di far fronte ai propri sentimenti, lacerandosi il collo quando diventa frustrato; come dimostrato quando si arrabbia perché l'attenzione dei media è stata catturata più da Stain che dai suoi Nomu. Altro atteggiamento infantile si può riscontrare nel suo utilizzo della terminologia dei videogame per descrivere eventi reali, come "Boss Finale" e "Game Over".

Per sua stessa ammissione, in pratica odia tutto ciò che respira. Questo atteggiamento deriva dall'abuso che ha subito da suo padre e dall'essere stato costantemente solo per tutta la sua infanzia.

Sembra aver sviluppato una dipendenza emotiva dalla mano che gli copre il viso, a cui lui si rivolge spesso chiamandola "Padre", come se fosse una persona ancora in vita, e si dimostra visibilmente turbato quando gli viene tolta.

Nonostante il suo comportamento infantile, Tomura è molto intelligente e si dimostra capace di analizzare velocemente i Quirks dei propri avversari osservandoli combattere, intuendone i punti di forza e quelli deboli. Dimostra anche di comprendere i propri errori e di capire come evitare di commetterli nuovamente; ciò lo rende una minaccia sempre più pericolosa.

Tomura spera profondamente nella morte di All Might, capendo che una società piena di Quirk, una volta morto il "Simbolo della Pace", cadrebbe in rovina. In questa sua idea folle, però, si può riscontrare il suo ideale: dimostrare la vulnerabilità della giustizia. Questo ideale, seppur contorto o sbagliato, resta comunque un riferimento e uno stimolo per le azioni di Tomura, ed è anche questo a renderlo un Villain particolarmente pericoloso.

A Tomura piace vantarsi dei Nomu e della sua Unione dei Villain, desiderando dimostrare di avere il potere necessario per raggiungere i propri obiettivi e provare piacere a deridere i suoi nemici. Ha rivalutato l'attacco di Stain rilasciando i Nomu per provocare il caos ed è stato verbalmente sconvolto quando il suo piano è fallito, iniziando a provare rancore contro Stain e Izuku. Incontrando Dabi e Himiko Toga, li attaccò semplicemente perché citarono Stain. In seguito ha rubato la droga Distruttrice di Quirk e si è divertito molto a deridere Kai Chisaki, sottolineando che ora era proprio quello che voleva.

L'unica persona a cui Tomura ha mostrato compassione - a parte l'ultimo dei suoi più stretti alleati - è il suo mentore, All For One, per il quale ha molto rispetto e attaccamento. Ha mostrato grande rimorso nel lasciare All For One ad affrontare All Might da solo. Prese anche il consiglio di Kurogiri, trattandolo persino come un confidente e rimanendo sconvolto dalla sua cattura.

Tomura ha un lato vendicativo per chi osa troppo verso i suoi compagni, infatti decompone e taglia il braccio a Overhaul per ricambiare l'offesa verso Magne. Considera la maggior parte dei suoi alleati preziosi per i suoi piani, al punto che lo Shie Hassikai ha descritto i membri dell'Unione dei Villain come persone che si prendono cura l'uno dell'altro.

Ha permesso a Himiko e Twice di vedere la sua faccia mentre confidava loro quanto gli fosse difficile schierarsi con coloro che li ferivano.

Dopo la sua vittoria su Re-Destro, Tomura chiese immediatamente dei soldi per finanziare le sue forze.

Tomura provò un grande amore per la sua famiglia deceduta e espresse un forte rimorso per la loro uccisione accidentale per colpa sua, dopo che perso il controllo del suo Quirk. Le mani mozzate che indossa su se stesso sono gli unici resti dei suoi cari perduti. Afferma che indossarli li fa stare male, ma lo mantiene anche calmo. Nonostante la sua tristezza, Tomura provò un parziale godimento nella loro morte poiché voleva che fossero puniti per averlo fatto soffrire per via di suo padre. Per sua stessa ammissione, provò piacere quando uccise di proposito suo padre a causa del suo trattamento e del suo ultimo attacco contro di lui.

Durante il suo combattimento con Re-Destro, Tomura ha spezzato le sue catene, del proprio passato dopo aver recuperato la sua memoria e ora desidera porre fine al dolore ingiusto che ha subito dalle loro mani per usarlo per alimentare ulteriormente il suo odio e il desiderio di distruggere la società.

Relazioni[modifica | modifica sorgente]

All For One[modifica | modifica sorgente]

All For One ha salvato Tomura quando era piccolo e fin da allora si è preso cura di lui ed è diventato il suo insegnate, con lo scopo di fare di lui il proprio successore. All For One ha dimostrato di prendere molto seriamente il proprio ruolo di insegnante, offrendo a Tomura molte opportunità di crescita e mostrandosi protettivo nei sui confronti, come quando, nella Saga dell’Incursione nel Covo, entra in scena per difenderlo.

Allo stesso tempo cerca di renderlo indipendente e si dimostra felice nelle occasioni in cui il ragazzo riesce a pensare autonomamente. Questo rapporto protettivo ma contemporaneamente di progressiva indipendenza fra insegnate e allievo crea un parallelismo col rapporto fra All Might e Izuku: come All Might fa il possibile per proteggere Izuku e insegnargli come usare il One For All, così All For One protegge Tomura, cercando però di insegnargli a ragionare da solo.

Izuku Midoriya[modifica | modifica sorgente]

Izuku e Tomura hanno un rapporto di odio reciproco: Tomura disprezza Izuku per la sua incondizionata ammirazione nei confronti di All Might mentre Izuku disprezza Tomura per il suo comportamento criminale.

Dopo l’intervento di Izuku per salvare All Might all’USJ, Tomura inizia a nutrire interesse per il ragazzo, tanto da guardare in televisione il suo match al Festival dello Sport. Quando si incontrano casualmente al centro commerciale, Tomura decide di fare una chiacchierata con Izuku per spiegargli la differenza fra lui e Stain. Dopo aver ascoltato il pensiero del ragazzo a riguardo, Tomura gli promette che la prossima volta che si incontreranno non mostrerà alcuna pietà.

Kurogiri[modifica | modifica sorgente]

Tomura sembra tenere in grande considerazione Kurogiri, mentre quest’ultimo si dimostra molto leale nei suoi confronti e, in quanto membro dell’Unione dei Villain, esegue i suoi ordini. Tuttavia quando Tomura sta per commettere qualcosa di insensato, Kurogiri agisce contro i suoi ordini, ma lo fa sempre nell'interesse di Tomura, come quando lo ferma mentre sta per attaccare Dabi e Toga. Kurogiri prova varie volte a parlare con Tomura di queste sue azioni impulsive, agendo come una specie di mentore, e sembra capire i suoi desideri e atteggiamenti. Si pensa che possa essere stato messo a fianco a Tomura da All For One per aiutarlo a supervisionare la sua crescita.

Stain[modifica | modifica sorgente]

Tomura e Stain si incontrano per la prima volto nel nascondiglio dell’Unione dei Villain, ma il loro incontro non va molto bene. Tomura disprezza Stain per il suo modo di comportarsi, che reputa fuori di testa, mentre Stain odia Tomura perché considera i suoi comportamenti degli eccessi d’ira infantili e non il frutto di un ideale. Stain, tuttavia, capisce l’importanza di Tomura nel suo tentativo di creare un nuovo mondo, ammettendo che il fatto di voler distruggere il presente li accomuna. Dopo che Kurogiri ha utilizzato il suo Quirk per rimandare Stain a Hosu, Tomura decide di sguinzagliare i Nomu per la città per attirare l’attenzione dei media, evitando che essa di posi sugli omicidi di Stain e facendo così fallire i piani di quest’ultimo. Il piano si rivela, però, controproducente: l’attenzione dei media si concentra su Stain, mentre le notizie dell’attacco dei Nomu passano in secondo piano. La popolarità di Stain cresce a dismisura e questo fa infuriare Tomura, il quale, oltre a Stain, inizia ad odiare anche i suoi seguaci, come Toga e Dabi.

Questa crescente popolarità fa sorgere in Tomura degli interrogativi, a cui riesce a dare una risposta solo dopo aver parlato con Izuku: Tomura capisce che la popolarità di Stain è dovuta al suo agire, seppur con metodi sbagliati, per degli ideali e decide di sfruttare quegli ideali come un trampolino di lancio. Stain, involontariamente, aiuta anche Tomura a capire quale sia il proprio ideale, la propria fede: distruggere All Might e dimostrare quanto sia vulnerabile la giustizia.

Katsuki Bakugo[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente Tomura vede in Katsuki le potenzialità per diventare un perfetto Villain ed è per questo motivo e per screditare lo Yuei che tenta di rapirlo ed arruolarlo nell'Unione dei Villains. Katsuki, però, non ha nessuna intenzione di diventare un Villain e rifiuta di arruolarsi, dicendo che è stato conquistato dalla faccia che All Might fa quando salva le persone. Tomura capisce che i loro due ideali sono troppo distanti e inconciliabili e si rende conto di non poter persuadere Katsuki. Chiede aiuto ad All For One per poter usare un potere in grado di convincerlo, ma viene interrotto prima di riuscire nel proprio piano.

Nomu[modifica | modifica sorgente]

Visto che i Nomu non hanno la capacità di pensare da soli, il loro rapporto con Tomura è di completo asservimento: eseguono sempre e incondizionatamente i suoi ordini.

Snipe[modifica | modifica sorgente]

Tomura prova rancore nei confronti di Snipe per le ferite che quest'ultimo gli ha inferto all'USJ.

Abilità[modifica | modifica sorgente]

Abilità generali: Tomura è noto per essere uno dei cattivi più pericolosi del Giappone; lotta con Pro Heroes in combattimento grazie alle sue capacità fisiche e analitiche. Come leader della League of Villains, Tomura ha il controllo totale sui suoi potenti subordinati. Durante l'incidente USJ, Tomura ha avuto il coraggio di affrontare il formidabile Pro Hero Eraser Head, usando con successo il suo Decadimento sul braccio destro dell'eroe, danneggiandone il gomito. Tomura era persino fiducioso di poter sconfiggere Izuku Midoriya, Shoto Todoroki, Katsuki Bakugo ed Eijiro Kirishima, quattro studenti della UA, anche se all'epoca, non conosceva appieno le capacità del quartetto. Tomura è stato in grado di combattere contro Gigantomachia per mezzo mese, non si è arreso finché non è in grado di sottometterlo, dimostrandosi degno come successore con lo scontro contro Re-Destro.

Quando ha affrontato Re-Destro e la sua mano sinistra è stata parzialmente distrutta, l'abilità di Tomura è improvvisamente aumentata, superandone i suoi limiti anche grazie ai ricordi riavuti. Secondo Re-Destro, se Tomura avesse quei poteri durante l' incidente di Kamino, avrebbe facilmente eliminato almeno uno o due dei Pro Heroes durante quell'evento, sia per le sue potenzialità fisiche ottenute allenandosi nel combattimento contro Gigantomachia, che con il suo Quirk.

Questa feroce battaglia contro Re-Destro, gli permise di ottenere il controllo dell'esercito di quest'ultimo, ma anche di domare Gigantomachia con la sua impresa e la sua brama di distruzione.


Dopo essere stato sottoposto all'esperimento del Dottor Garaki, Tomura ha acquisito, oltre all'All For One, anche delle potenzialità fisiche maggiori e la capacità di controllare appieno il suo proprio Quirk Decadimento.

Forza potenziata: Tomura sembra essere più forte di quanto la sua corporatura suggerisca, capace di trattenere Izuku soffocandolo con solo quattro dita mentre la sua vittima tentava di liberarsi. Dopo l'esperimento con il Dottor Ujiko, riesce a tener testa e a sconfiggere Endeavour, l'eroe numero uno; anche con un fisico provato e senza un braccio, dimostrando quando la sua forza sia aumentata.

Una maggiore resistenza: Tomura è stato in grado di resistere a un colpo a bruciapelo da Katsuki Bakugou e alla sua esplosione, mostrando una completa assenza di danni, durante lo scontro a Kamino. È stato persino in grado di combattere contro Gigantomachia per mezzo mese e resistere agli attacchi del mostro. E questo tratto viene mostrato anche durante lo scontro brutale contro Re-Destro nella sua forma potenziata. La sua resistenza è divampata ancor di più dopo l'esperimento, e lo dimostra come, nonostante sia stato combattuto e ferito molte volte, continui a rialzarsi, durante la lotta contro i Pro Hero, riuscendo a metterli in difficoltà nonostante le gravi ferite che ha ricevuto.

Velocità migliorata: Tomura sembra essere in grado di muoversi molto rapidamente, il che lo aiuta a toccare i suoi bersagli e colpirli con un contatto minimo. È stato in grado di apparire davanti a Tsuyu Asui in un istante e vedere il contrattacco di Izuku, dopo che quest'ultimo era saltato a una velocità che rivaleggiava con quella di All Might, reagendone subito dopo. Solo All Might in persona era troppo veloce perché Tomura potesse seguirlo. Anche quando era notevolmente esausto durante la battaglia contro il Meta Liberation Army , si è rapidamente lanciato sopra a un muro per evitare un massiccio assalto di membri dell'esercito, con loro sorpresa, prima di disintegrarne molti in un istante. Quando ha combattuto contro Re-Destro, era in grado di muoversi così velocemente con movimenti minimi sprecati, che Re-Destro fu colto di sorpresa dall'aumento di velocità che aveva ottenuto. Tomura ora riesce addirittura a essere così veloce da sfuggire agli attacchi degli eroi, e lo ha dimostrato nel capitolo 282, quando, nonostante Midoriya lo stesse trattennendo, è riuscito a saltare e aggrapparsi ad Aizawa così da ferire i suoi occhi, il tutto in un attimo.

Intelletto acuto: Tomura possiede una mente acuta ed è un ragazzo che analizza ogni dettaglio; essendo in grado di dedurre il funzionamento delle abilità dei suoi avversari semplicemente osservandoli in azione. Ha subito dedotto i punti deboli di Eraser Head in combattimento e ne ha approfittato. Tomura ha una certa abilità per i piani inaspettati, anche quando le sue intenzioni sono apparentemente chiare. Dopo aver combattuto contro Gigantomachia per oltre un mese, Tomura si è reso conto che il mostro è diventato molto più lento rispetto al primo scontro della League of Villains con lui, e crede fermamente che presto Gigantomachia riuscirà a essere domato con successo.

Modifica corporea: Dopo essere diventato leader del Fronte di liberazione paranormale e guadagnato il rispetto di Gigantomachia, Kyudai Garaki ha sottoposto Tomura a un intervento di modifica del corpo. Questo ha consentito a Tomura di superare la forza di One For All, padroneggiando un potere pari o maggiore a quello di All Might, come dimostratto nello scontro con Endeavour e la facilità con cui ha saputo sconfiggerlo.

Degenerazione[modifica | modifica sorgente]

Tomura utilizza il suo Quirk.

Questo Quirk permette a Tomura di far deteriorare qualsiasi cosa tocchi con le proprie mani. Per attivare il Quirk, tuttavia, deve toccare l'oggetto, organico o meno, con tutte e cinque le dita della mano: questo indica che l'attivazione del Quirk non è volontaria e, di conseguenza, deve stare molto attento nel maneggiare oggetti a lui cari per evitare di distruggerli. Con lo scontro di Re-Destro, riesce a padroneggiare il suo quirk, attivandolo anche con solo due dita. Dopo l'esperimento del Dottor Kyudai Garaki, riesce a controllare ciò che vuole distruggere o meno, come dimostrato quando, disintegrando l'intera città, riesce a salvare le capsule dove erano riposti i Nomus.

All For One ( オ ー ル ・ フ ォ ー ・ ワ ンŌru Fō Wan ? ): Il secondo Quirk di Tomura è la versione originale dell'All For One usata dal suo maestro.[modifica | modifica sorgente]

Super Rigenerazione (超再生 Chōsaisei ? ): Tomura possiede la capacità di rigenerare parti lacerate e ferite di sé stesso ad alta velocità, e che gli ha permesso di resistere alle fiamme infernali di Endeavour.[modifica | modifica sorgente]

Cerca ( サ ー チSāchi ? ): Tomura possiede l' ex Quirk di Ragdoll che gli consente di visualizzare fino a cento individui da una certa distanza, identificandone i loro punti deboli.[modifica | modifica sorgente]

Cannone d'Aria ( 空 気 を 押 し 出 すKūki o Oshidasu ? ): Tomura può sparare grandi raffiche d'aria pressurizzata da un foro che è presente nei palmi delle sue mani.[modifica | modifica sorgente]

Onde radio ( 電波Denpa ? ): Tomura può interrompere le onde radio e causare il malfunzionamento dei comunicatori.[modifica | modifica sorgente]


Potenza
 
5/6 A
Velocità
 
5/6 A
Tecnica
 
5/6 A
Intelligenza
 
5/6 A
Cooperatività
 
2/6 D
Gli stati di Tomura, secondo l'Official Character Book.


Storia[modifica | modifica sorgente]

Passato[modifica | modifica sorgente]

Tomura nacque sotto il nome di "Tenko Shimura" da sua madre Nao Shimura e suo padre Kotaro Shimura. Tra gli altri membri di famiglia, tra cui suo nonno materno Chizuo e sua nonna materna Mak; ebbe anche una sorella maggiore di nome Hana Shimura.

La sofferenza di Tenko quando viveva nella casa costruita da suo padre.

Quando Tenko era un bambino, era affascinato dagli eroi, ma suo padre non tollerava tutto questo e spesso lo puniva, picchiandolo e cacciandolo fuori, in giardino, come castigo. Tenko non sembrava avere ancora un Quirk nonostante avesse cinque anni ma sembrava già soffrire di cambiamenti fisici sconosciuti nel suo corpo, tra cui un forte senso di prurito e un danneggiamento precoce della pelle soprattutto quella che gli attorniava gli occhi. Tuttavia, sua madre e i suoi nonni erano sempre lì per lui, limitandosi per lo più a consolarlo ma senza mai opporsi al volere e alle angherie del padre nei suoi confronti. E così anche sua sorella, ma che, nonostante tutto, decise di mostrare a Tenko una vecchia foto di loro padre bambino accanto alla nonna, e che avevano appreso essere un'eroina; per dimostrargli che fosse dalla sua parte.

Troppo tardi per salvare Tenko da sè stesso, la famiglia di Tenko viene massacrata.

Sfortunatamente, il padre di Tenko lo è venuto a sapere per via di Hana stessa, che per non essere punita ha dato la colpa solo al fratello; così Kotaro ha subito raggiunto e punito brutalmente suo figlio in giardino, gridandogli addosso tutto il suo odio per gli eroi, di come proteggessero un branco di sconosciuti abbandonando le loro famiglie e aggredendo e percuotendo il piccolo. Durante tutto questo, sotto la sofferenza atroce e disperata di Tenko che boccheggiava aiuto tra le lacrime, i membri della sua famiglia sono rimasti indietro a osservare in silenzio senza osare frapporsi o fermare tale scempio, solo guardando con orrore. 

Appena la calma tornò, mentre la sua famiglia era tornata in casa, Tenko era rimasto nuovamente fuori, da solo, nella notte e, tra i singhiozzi e le lacrime, confidò al cane di famiglia di come odiasse tutti per averlo lasciato soffrire, per averlo abbandonato al suo dolore ancora una volta.

Mentre stringeva il suo cane, il quirk di Decadimento di Tenko si attivò, facendo sbriciolare l'animale tra le sue mani sotto la sua più completa confusione e terrore. Per lo shock che quella visione gli lascia, Tenko non riesce a emettere alcun suono dalla sua bocca, mentre il prurito continua a crescere e la mente lo porta a pensare con disperazione, che sia tutta opera di un villain. Successivamente, Hana venne fuori per scusarsi con Tenko per aver fatto la spia per la foto, dispiaciuta, ma scappa spaventata subito dopo aver visto il loro cane morto accanto a suo fratello. Quando però, nell'angoscia, Tenko cerca di raggiungerla, chiedendole aiuto, si aggrappa a lei finendo per disintegrarla per sbaglio.

Con ancora la convizione che fosse tutta colpa di un malvagio lì nei dintorni, tra il sentore e il trauma che tutto questo gli procura, Tenko sobbalza e rimane sconvolto davanti alla vista dei resti di Hana, con le mani piantate sul proprio volto e i capelli drizzati in aria che sbiancano di colpo mentre con un dito si infligge, con foga, un profondo graffio sull'occhio destro e un conato di vomito lo costringe a riversarsi al suolo, lasciandolo piegato in ginocchio tra la confusione e il dolore.

Per colpa delle urla udite, i nonni e la madre di Tenko accorsero fuori di corsa per vedere cosa stesse succedendo, accorgendosi con orrore dello scenario che gli accolse mentre Tenko nel guardarli, allungò una mano verso di loro tra il volto contornato e spezzato dalla sofferenza. Ma, in quanto l'altro arto fosse ancora per terra, tutto il giardino sottostante iniziò a rompersi, raggiungendo anche loro e, mentre sua madre accorse pronta ad abbracciarlo; finì per ucciderli tutti per come il suo decadimento si diffuse ovunque sotto il panico che contornava il suo animo. 

Dopo tutto quello, Tenko portò le mani a sfregarsi il collo, guardando il cielo con disperazione e piangendo mentre il terreno finì di spezzarsi sotto di lui. Quando il padre di Tenko poi, venne fuori e vide il caos che spezzò la sua mente, lasciandolo impaurito; Tenko, chiamandolo e tra le urla di scuse, corse da lui per chiedere aiuto, ma suo padre spaventato, si affrettò ad afferrare un attrezzo di acciaio e appuntito da giardino per proteggersi, colpendo con violenza il volto di suo figlio e procurandogli così una sanguinosa cicatrice sul labbro destro. 

Pieno di rabbia e infuriato, Tenko attaccò suo padre con la piena intenzione di ucciderlo e gli toccò il viso di proposito; alla fine il decadimento diffuso finì per distruggere l'intera casa. E Tenko si sentì ricolmo di gioia e di soddisfazione nell'aver posto fine all'abuso di suo padre nei suoi confronti nell'aver preso la sua vita.

Dopo la morte della sua famiglia, un Tenko orfano ha vagato a cavarsela per le strade, da solo. Le persone che passavano non si sono mai offerte di aiutarlo, soffermandosi solo con lo sguardo, perché presumevano che un eroe se ne sarebbe preso cura, e così ignorandolo. Non aiutava il fatto che fossero anche snervati e impauriti dal suo aspetto inquietante e imbrattato di sangue; così fingevano di non accorgersene, continuando per la loro strada. E Tenko iniziò a pensare che fosse una punizione per le sue azioni, che il fatto che nessun eroe venisse in suo soccorso fosse la sua pena per aver ucciso la sua famiglia mentre i ricordi lentamente svanivano nei recessi della sua mente.

Tomura Shigaraki nasce.

Alla fine, un uomo di nome All For One lo ha trovato sotto un ponte e salvato, incolpando la società per il fatto che nessuno lo avesse salvato prima. All For One usò questo incidente come espediente per stimolare il nuovo odio di Tenko per gli eroi e iniziò a crescerlo come suo figlio adottivo. Tenko ricevette la sua cameretta da All For One, quest'ultimo che poi chiamò presto a raggiungerli Kyudai Garaki, ovvero il "doctor", per dare in "regalo" al giovane ragazzo le mani imbalsamate dei suoi defunti familiari.

All For One ha insegnato a Tenko ad abbracciare l'impulso malvagio che sentiva ogni volta che il prurito arrivava, lasciandolo crogiolare nella convinzione che fosse la cosa giusta e affermando al contempo che la giustizia fosse solo un espediente, una convenzione creata da qualcuno per governare il mondo con facilità e insediando nella mente di Tenko che non dovesse esserne quindi vincolato. E Tenko ha, pian piano, accolto queste parole, rendendole proprie e fu proprio per questo che andò a uccidere due criminali che tempo addietro lo avevano picchiato; aggiungendo così, per volere di All For One, le loro mani al suo aspetto per innagurare la sua rinascita. All For One in seguito lo ribattezzò Tomura Shigaraki (All For One elaborò che "Tomura" deriva dalla parola "Tomurau" che significa "piangere", "compiangere" e affermando che simboleggiasse la tristezza legata alla morte e alla separazione dopo aver affermato che adesso fosse colui che rimpiangeva il proprio passato da Tenko Shimura mentre "Shigaraki" è il vero cognome di All For One) e lo crebbe per poi farlo agire sotto il nome di "Lega dei malvagi", il tutto per farlo diventare infine il suo successore.

Combattimenti[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il prototipo di Tomura.

  • Inizialmente il viso di Tomura doveva essere molto più terrificante, con gli occhi e la bocca completamente neri. A parte questo, gli schizzi iniziali di Tomura non sono molto diversi da come è ora.
  • Le posizioni di Tomura nei Sondaggi di Popolarità sono le seguenti:
    • Nel primo sondaggio di popolarità è arrivato 19°
    • Nel secondo sondaggio di popolarità è arrivato 16°
    • Nel quinto sondaggio di popolarità è arrivato 6°
  • Tomura chiama la mano che porta sulla fronte "Padre".
  • Le statistiche di Tomura sono DAAAD in riferimento a suo "padre" (in inglese padre di scrive "dad").
  • Tomura sembra soffrire di una irritazione cutanea causata dal suo continuo grattarsi nei momenti di agitazione.
  • Kohei Horikoshi ha affermato che trova molto difficile disegnare le mani inespressive e che quindi ogni settimana è sull'orlo delle lacrime quando deve disegnare certi personaggi (si pensa che si riferisca a Tomura).
  • Il nome Shigaraki Tomura è composto da "死" ( shi?, let. "morte"), "柄" ( gara?, let. "afferrare"), "木" ( ki?, let. "albero") e "弔" ( tomura?, let. "funerali").
    • Il nome Shimura Tenko è composto invece da "志" ( shi?, let. "intenzione"), "村" ( mura?, let. "villaggio"), "転" ( ten?, let. "ruotare"), "弧" ( ko?, let. "arco").

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. My Hero Academia Manga: Capitolo 69
  2. My Hero Academia Anime: Capitolo 17

Navigazione[modifica | modifica sorgente]

Villain
Indipendenti StainVillain GigantePoison ChainsawTrapezio Head GearVillain MelmosoWolfram
Fronte di liberazione del paranormale
Leader Tomura ShigarakiDabiHimiko TogaTwiceSpinnerMr. CompressRe-DestroTrumpetSkepticGeten
Guerrieri GigantomachiaSlidin' Go
Altri Membri Daruma Ujiko
Associati GiranHawks
Unione dei Villain
Membri Originali All For OneNomuKurogiriTomura ShigarakiGigantomachiaDaruma Ujiko
Reclute DabiHimiko TogaMagneMoonfishMr. CompressMuscularMustardNomuSpinnerTwice
Nomu Standard Nomu (U.S.J)Nomu (Hosu)Nomu (Motosega)Johnny
High-End Nomu Hood
Associati Giran
Shie Hassaikai
Leader OverhaulChronostasisMimic
Otto Sacrificabili Rikiya KatsukameShin NemotoSetsunoHojoTabeDeidoro SakakiRappaTengai
Esercito di liberazione dei super-poteri
Leader Re-DestroCuriousTrumpetSkeptic
Altri Membri GetenSlidin' Go
Ex Membri Destro
Team Reservoir Dogs
Membri YellowRedBluGreen
Villain dei Giochi
Membri CuratorZookeeperBearhead
Articoli Correlati Quirk
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.